TENDE PER INTERNO

Le tende per interni svolgono tre funzioni principali:
• garantire la privacy
• filtrare i raggi solari in maniera adeguata
• arredare con gusto l’ambiente.

Uno scopo importante è quello di proteggere l’intimità da sguardi indiscreti, soprattutto quando si tratta di case ubicate ai livelli inferiori di un edificio. Ma permettono anche di escludere la visione di panorami poco gradevoli, come una strada trafficata o un muro posto proprio di fronte alla finestra.

Si può giocare con i tessuti per regolare l’intensità della luce a piacimento: con quelli dalle trame più pesanti e di colore scuro, si potrà limitare un eccessivo irraggiamento solare; con i tessuti più leggeri e i colori chiari, si potrà mantenere la giusta riservatezza, senza togliere luminosità alla casa.
Naturalmente esistono anche quelle che abbinano due tessuti, uno più pesante e uno leggero e non oscurante, in modo da poterle regolare nel corso della giornata o durante l’arco dell’anno, in base all’intensità desiderata della luce.

In una casa, per quanto l’illuminazione naturale sia importante, è necessaria una sua adeguata regolazione. Una luce solare troppo intensa, ad esempio, può dar fastidio al mattino presto in camera da letto. Ma l’eccessivo irraggiamento solare può anche far aumentare il riscaldamento di una stanza nelle ore più calde. Per questo si può dire che le tende, oltre a regolare l’intensità della luce, svolgono anche la funzione di isolamento termico.

Le tende giocano infine un ruolo importante nell’arredamento, regalando una nota di colore e di stile.

 

Una stanza priva di finestre appare spoglia, vuota, ancora incompleta.

 

Tipologie di tende per interni

Tende arricciate : Sono tende morbide realizzate con tessuti leggeri o pesanti, montate su bastoni o binari in alluminio con movimentazione a strappo o a corda. Possono essere montate da sole (su un unico bastone o una riloga) o come “tende doppie” (sovratenda e sottotenda, montate su doppi bastoni o riloghe) per creare, grazie alla combinazione di diversi tessuti leggeri e diversi colori, giochi di luce e interessanti atmosfere nella stanza. Le tende arricciate si chiamano così perché creano delle pieghe verticali o delle ondulazioni che possono assumere varie forme e dare a ogni ambiente un tocco personale.

Tende a pannello : Le tende a pannello donano, grazie alla loro struttura e semplicità, uno stile moderno e funzionale a qualsiasi tipo di stanza. Questa tipologia di tende è composta da pannelli in tessuto teso, leggermente sovrapposti l’uno sull’altro. Si presentano dunque con estrema semplicità donando all’ambiente uno stile minimalista, soprattutto quando presentate in colori naturali. Sono ideali se applicate su grandi finestre o comunque su superfici vetrate molto ampie ed offrono molteplici combinazioni per completare l’arredamento del proprio appartamento in un stile estremamente moderno. Alla scelta dei colori e delle dimensioni va inoltre valutata la possibilità di definire il grado di trasparenza dei tessuti, questi diversi aspetti tutti insieme determinano una vera e propria personalizzazione degli spazi, in funzione del risultato finale che si voglia ottenere.

 Il vantaggio principale delle tende divise in pannelli è la praticità: sono maneggevoli e permettono di regolare facilmente e a proprio piacimento la luce solare.

Lo svantaggio delle tende divise in pannelli è che esse non lasciano mai completamente libero il vano finestra e, una volta chiuse, si accavallano facilmente l’una sull’altra, limitando il passaggio di luce (per questo è preferibile scegliere un tessuto che non sia troppo oscurante).

Tende a vetro:Le tende a vetro si possono realizzare con qualsiasi tipo di tessuto, possono essere tese, arricciate o a pacchetto. Si montano direttamente sull’infisso tramite l’utilizzo di  astine in ottone o barre velcrate. Adatte ad ambienti piccoli dove lo spazio è poco oppure ideali per cucine e camerette per la loro facilità di lavaggio .

Tende a pacchetto : Da semplici teli tesi, a morbidi drappi con festoni,sono pratiche, occupano poco spazio. Da fissare a vetro, a parete o a soffitto, a seconda delle necessità e del tipo di finestra, stanno bene in contesti supermoderni ma anche in quelli classici.

I pro:

  • le tende a pacchetto si bloccano all’altezza desiderata, così è facile regolare la luce e ottenere il giusto grado di privacy;
  • sono ideali quando si vogliono tende a vetro,
  • nascondono alla perfezione i cassonetti, senza dovere ricorrere alle mantovane.
  • si possono abbinare ad altri tipi di tendaggi.

I contro

  • le tende a pacchetto richiedono spazio nella parte superiore per essere “impacchettate”;
  • nella versione a soffitto, per aprire l’infisso vanno completamente sollevate.
  • smontarle e rimontarle per il lavaggio, in alcuni casi, è un po’ laborioso.

Due i tipi principali di tende a pacchetto: tese e arricciate

Con varianti in entrambi i casi, funzionano allo stesso modo: il tessuto si raccoglie nella parte alta della finestra. I modelli drappeggiati possono però anche scorrere lateralmente. Le tende tese, una volta aperte si presentano come pannelli lisci; mentre quando sono raccolte si arricciano leggermente nella parte inferiore e producono un gradevole effetto decorativo. Si fissano con il velcro a un apposito binario e si azionano con una catena o una cordicella o, perfino, nei modelli più moderni con sistemi motorizzati. All’interno del bordo inferiore, prevedono una piattina metallica che serve come contrappeso per tendere il telo. Una variante di questo modello sono le tende a pacchetto steccate o radiali. In questo caso, i teli sono arricchiti da stecche orizzontali poste a distanze regolari che si raccolgono formando una pieghettatura uniforme. La versione arricciata, che si intona di più a uno stile classico. Al posto della stecca, nella parte inferiore prevedono un sistema di contrappesi che serve a produrre le onde e i drappeggi. Si azionano allo stesso modo delle tende tese, ma prevedono anche la doppia movimentazione: in verticale e in orizzontale, molto pratica quando non c’è spazio sufficiente fra soffitto e finestra per impacchettare la tenda.